venerdì 20 aprile 2012

La lega butta i soldi dalla finestra. E nelle proprie tasche

"È mio". Dovrebbe essere questo l'urlo di battaglia della Lega, altro che "Roma ladrona". Dalle ultime news del Carroccio è emerso che anche l'ex ministro Calderoli fosse afflitto dal pezzentismo, malattia studiata nelle università di tutto il mondo che consiste nel comportarsi da pezzente pur avendo entrate economiche nettamente superiori alla media degli italiani. A quanto pare, la sua casa di Roma veniva pagata dal partito per la modica somma di 2.200 euro al mese. Umberto Bossi esprime solidarietà ai poveri malati di pezzentismo con un'argomentazione che fa acqua da tutte le parti: «I soldi erano nostri, il partito può anche buttarli dalla finestra» Dalla finestra potrebbe avere un suo populistico senso, dentro le proprie tasche non ha neanche quello.

3 commenti:

  1. E' grottesco scoprire che il gallico Calderoli tra un grido di Roma Ladrona e un cicchetto a base di acqua del Po trascorreva le sue giornate capitoline in un bellissimo appartamento sul Gianicolo,da cui poteva contemplare, in tutta la sua magnificenza, l'oggetto del suo odio... ma forse si scoprirà ora che il "povero" leghista aveva antenati romani oltre che padani. In fondo si sa che l'abberrazione cromosomica terrona è fin troppo diffusa tra gli elettori leghisti. Ma torniamo all'intervento di Bossi, vera chicca del discorso. Hai ragione nel dire che l'intervento dell'ex segretario fa acqua da tutte le parti, mi permetto solo di dissentire dal senso populistico che avrebbe, a tuo avviso potuto avere questa frase. In un momento come questo in cui anche i deputati della Lega come Gianluca Pini si domandano come abbia fatto l'ex capogruppo parlamentare del suo partito a spendere 90000 euro in un anno con la carta di credito del partito, dire che «I soldi erano nostri, il partito può anche buttarli dalla finestra» oltre a denotare la pochezza retorica del buon Umberto, ne mette impietosamente in evidenza anche la deficienza "tattica". Un intervento del genere infatti potrebbe, nonostante le intenzioni "populistiche" del leader, essere esplosivamente impopolare presso gli elettori della lega e mettere ancor di più in evidenza l'arroganza e la cattiva fede della classe dirigente leghista.


    Ciao Flavia

    allego link
    http://www.youtube.com/watch?v=m8GzwZgUqVs&feature=youtu.be

    RispondiElimina
  2. Grazie per il link. Poveri leghisti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...beh un pò se li meritano sti cialtroni...

      Elimina